Teorie contemporanee della giustizia

 

Dibattito del mattino

 

Alcuni temi emersi:

Prof. Ermanno Vitale (Università Valle d'Aosta):
I risultati dell'applicazione della "ragionevolezza" di Rawls possono sembrare analoghi a quelli cui si perverrebbe usando semplicemente il principio di prudenza. Quando la forbice della disuguaglianza tra i privilegiati e gli "ultimi" si allarga può bastare un po' di miglioramento per gli svantaggiati?
Prof. Dino Jajani (Camerino):
Giustizia e finalismo. Problemi della definizione di giustizia.  Teoria e pratica della giustizia: problemi. 

Prof.ssa Emanuela Pizza (Montecatini):
Quale spazio nella teoria della giustizia di Rawls per gli aspetti personali dello sviluppo o dell'educazione, diversi da quelli connessi alla sfera delle istituzioni pubbliche?

 

Prof. Luciano Fresco (Udine):
Le difficoltà della definizione della giustizia e le vie d'uscita dei Sofisti. Il principio di maggioranza.
 

Prof. Marco Cassisa (Riva del Garda, TN):
Confronto tra Rawls e Habermas.
Prof. Franco Bertini (La Spezia):
Il problema del fondamento del "velo d'ignoranza" rawlsiano.

Prof.ssa Teresa Lapis (Venezia):
Confronto tra Rawls e Martha Nussbaum.